Sicurezza a tutto campo!

Tel.: +39 035 661577 – E-mail: gis@gisimp.it

  • Home
  • Monitor per videosorveglianza

Monitor per videosorveglianza

monitor di videosorveglianza

Il monitor per la videosorveglianza è un elemento fondamentale in un sistema di sicurezza perché costituisce lo strumento col quale vedere le immagini che le telecamere hanno catturato

E’ attraverso il monitor che la sicurezza viene garantita ed è per questo che va scelto per bene e con oculatezza. Di monitor ce ne sono tanti ed è quindi necessario scegliere con attenzione a seconda del budget a disposizione. Nel campo dei monitor per la videosorveglianza vi sono in commercio schermi LCD e CRT (tubo catodico) ma nulla vieta l’acquisto di un televisore a LED per utilizzarlo come monitor per la videosorveglianza. Le cose più importanti nella scelta di un monitor sono grandezza in pollici e risoluzione, le telecamere possono registrare a differenti risoluzioni e i videoregistratori devono archiviare e filtrare tali immagini. Quindi il monitor per videosorveglianza ha il compito indispensabile di trasmettere delle immagini di qualità per garantire un’eccellente riproduzione delle immagini prodotte dal sistema di ripresa. Si consigliano quindi monitor di risoluzione superiore non solo perché restituiscono immagini nitide per riconoscere volti e targhe ma anche perché è sempre possibile in un secondo momento sostituire le telecamere con altre maggiormente performanti, dunque avere uno schermo già capace di supportarle si potrebbe rivelare vantaggioso. Attraverso gli ingressi per una o più sorgenti, il monitor accoglie il segnale video con tutte le sue componenti: telecamere e videoregistratori possono essere connessi direttamente al monitor.

monitor di videosorveglianza Il sistema di videosorveglianza può inviare ad un unico monitor segnali video da telecamere dislocate in diverse posizioni. In questo caso, un apposito programma, suddivide lo schermo in più parti, in modo che un unico operatore possa controllare contemporaneamente diverse zone da una singola postazione. I collegamenti sono tra la linea LAN, contenente i dati delle immagini riprese, ed un PC al quale è collegato il monitor e l’eventuale videoregistratore. La connessione tra il monitor per videosorveglianza e il PC avviene in diversi modi, tramite:

  • la linea analogica VGA (Video Graphics Array),
  • oppure HDMI (High-Definition Multimedia Interface).

Esistono dei parametri di riferimento  per la scelta opportuna del monitor di videosorveglianza più adatto alle proprie esigenze. In linea generale si deve considerare che maggiore è la dimensione dello schermo, più alta dovrà essere la risoluzione del monitor. Le proposte di monitor per videosorveglianza sono molteplici,non resta che l’imbarazzo della scelta e decidere sul prodotto che meglio si configura ai propri bisogni e necessità.

Hai bisogno di un Sistema di Sicurezza?

GIS S.r.l. – Gestione Impianti Speciali, da anni si occupa di sistemi di sicurezza, chiama subito per avere informazioni sul servizio.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin
Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *